Budino di lenticchie con fonduta di parmigiano

IMG_8659-001 Un modo nuovo per servire le classiche lenticchie di capodanno: è un budino semplice da fare e adatto anche agli altri giorni dell’anno come secondo vegetariano, ricco di ottime proprietà nutrizionali. Potete servirlo con una fonduta al parmigiano o, per una versione più light, con un buon sugo di pomodoro servito a parte.

Per 10 persone

  • 750 gr lenticchie
  • 1 carota media
  • 1 gambo di sedano
  • 1 cipollina fresca o mezza cipolla
  • qualche foglia di prezzemolo
  • 5 uova
  • 100 gr burro

per la fonduta:

  • 300 ml latte intero
  • 2 cucchiai vino bianco
  • 350 gr parmigiano grattugiato

 

Portate a bollore dell’acqua in una pentola capiente in cui avreete messo carota, sedano, cipollina e le foglie di prezzemolo dopo averli lavati.  Siacquate a lungo le lenticchie sotto acqua corrente, poi lessatele nel brodo vegetale per 40 minuti, o finché siano tenere.

Scolatele accuratamente e,dopo averne tenute da parte un paio di cucchiai per la decorazione, passatele al mixer con le uova e il burro; aggiustate di sale.

budinolenticchie (1000x707)

Ora travasate il composto in uno stampo da budino ben untoe, battete bene lo stampo per eliminare i vuoti d’aria e cuocete in forno a 180° a bagnomaria per 30 minuti.

IMG_8667-001

Preparate la fonduta: scaldate il latte senza assolutamente farlo bollire (altrimenti la fonduta si straccerà), aggiungete il vino e il parmigiano girando con una frusta. Completate con una abbondante macinata di pepe nero.

Sformate il budino su un piatto da portata, decoratelo con qualche lenticchia tenuta da parte e irroratelo con la fonduta calda.

Torta fondant alla crema e mandarino

IMG_2294

Grazie alla particolare formulazione della pasta frolla, questa torta si scioglie in bocca al primo morso, e avvolge il palato con la morbidezza della crema e il gusto fresco del mandarino.

Ingredienti per 4/6 persone

  • 150 gr farina 00
  • 150 gr fecola di patate + 1 cucchiaio raso
  • 150 gr burro freddo
  • 75 gr zucchero al velo
  • 1 uovo bio
  • 1 cucchiaio zucchero
  • 200 ml latte
  • 3 cucchiai marmellata di mandarino
  • 2 cucchiai pinoli

 

Tagliate a pezzetti il burro freddo, travasatelo nel mixer insieme alla farina, la fecola (tranne 1 cucchiaio), lo zucchero e 1 pizzico di sale. Azionate la macchina finché avrete ottenuto un impasto abbastanza omogeneo ma non ancora assemblato in una palla. Lasciatelo riposare un’ora in frigo e nel frattempo preparate la crema.

tortadellanonna

Mettete il tuorlo e 1 cucchiaio di zucchero in un pentolino e montate con la frusta finché il tuorlo sarà schiarito, poi incorporate la fecola e il latte tiepido. Cuocete su fuoco dolce, sempre mescolando, fino a quando la crema sarà densa (non deve bollire).

tortadellanonna-001

Riprendete la pasta dal frigo, foderate una tortiera da cm di diametro con cartaforno bagnata e strizzata e rivestite la tortiera, lavorando velocemente e con le mani fredde per evitare di bruciare l’impasto, ossia che, cuocendo, perda in friabilità.

Bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta e cuocete il guscio in forno per 10 minuti a 200°, poi estraetelo dal forno e appiattite leggermente la superficie con una forchetta. Spalmate con la marmellata, poi coprite con la crema e i pinoli e rimettete in forno a 180° per 15-20 minuti. Lasciate raffreddare la torta in forno con lo sportello aperto, poi sformatela e servitela fredda, avendo l’accortezza di toglierla dal frigo una mezz’ora prima di mangiarla. Se volete, cospargetela con poco zucchero al velo.

tortadellanonna-002