Crema solida al cocco e mandorle con caviale di mirtilli

IMG_9018-001

Eccomi tornata in cucina dopo mesi di assenza dovuta alla rottura di un polso, che mi ha impedito movimenti e creatività. Per festeggiare, un dolce davvero buono, cremoso, godurioso e bello da vedere. Si prepara in anticipo anche di 3 giorni, perciò è comodissimo da fare per una cena. Idealmente, lo dedico a mia figlia che, in quel di Londra, oggi ha dato il suo ultimo esame.

 

Ingredienti per 4 persone

  • 2 cucchiai perle di tapioca
  • 1 succo di mirtillo
  • 200 ml latte di mandorle
  • 200 ml latte di cocco in lattina
  • 200 ml panna fresca (se volete una ricetta senza lattosio, potete usare solo latte di mandorle e cocco, 300 ml e 300 ml rispettivamente)
  • 110 gr zucchero
  • 2 tuorli di uova bio
  • 30 gr fecola di patate o amido di mais
  • 2 fogli di gelatina
  • 1 cucchiaio farina di cocco per guarnire
  • 1 cucchiaio scaglie di cocco per guarnire

Mettete a mollo la tapioca in acqua fredda tanto da coprirla e lasciatela gonfiare. Dopo 15 minuti trasferite in un pentolino insieme a 150 ml di succo di mirtilli e cuocete su fuoco medio, sempre mescolando, finché i granuli diventeranno trasparenti (6-8 minuti). Lasciate raffreddare e poi mettete il caviale di mirtilli in un vasetto, e conservatelo in frigo.

IMG_8986-001

Mescolate insieme il latte di cocco, quello di mandorle e la panna in un piccolo tegame e portate a bollore. A parte, montate i tuorli con lo zucchero e aggiungete la fecola; quando i liquidi bolliranno, unite la crema di uova e cuocete la crema su fuoco basso per 3 minuti, sempre mescolando con un frustino.

cremacoccomandorle

Ammollate la gelatina in acqua fredda e aggiungetela al composto caldo, mescolando bene.

Ungete con olio di mandorle dolci 4 stampini individuali (o uno grande) e travasate la crema; coprite con la pellicola trasparente, lasciate raffreddare a temperatura ambiente e poi mettete in frigo a solidificare almeno per 12 ore.

cremacoccomandorle-001

Sformate la crema, decoratela con la farina di cocco, il cocco a scaglie (che darà l’elemento croccante) e il caviale di mirtilli: se questo si fosse addensato troppo, aggiungetevi dell’acqua fredda e mescolate bene per ammorbidirlo.

Biancomangiare di mandorle

IMG_5481 (1024x829)Dall’alta cucina siciliana, poi emigrato in Val d’Aosta, il biancomangiare si chiama così perché ogni ingrediente che lo compone è bianco. Semplice e squisito.

Ingredienti per  8 persone

  • 1 litro di latte di mandorle (il migliore è il Condorelli)
  • 150 gr zucchero
  • 100 gr amido di mais
  • olio di mandorle dolci per ungere lo stampo

Mettete il latte (tenendone da parte un bicchiere) e lo zucchero in una casseruola e fateli intiepidire su fuoco dolce. Intanto sciogliete l’amido nel latte freddo tenuto da parte, usando una piccola frusta.

biancomangiare

Filtrate il composto di latte e amido e unitelo al latte tiepido, poi mettete di nuovo sul fuoco e, senza mai smettere di mescolare, cuocete a calore moderato finché la crema comincerà a inspessirsi.biancomangiare1

Ungete leggermente uno stampo con l’olio di mandorle, trasferitevi la crema e lasciate raffreddare a temperatura ambiente senza coprire il dolce (il vapore acqueo intrappolato da un coperchio non permetterebbe alla crema di solidificarsi), e poi mettetelo in frigo per 4/6 ore. Capovolgete poi su un piatto da portata, cospargendo di mandorle in lamelle e cannella in polvere.

Potete prepararlo anche due giorni prima di servirlo.

IMG_5476