Spaghetti con asparagi, gamberoni e crema di mozzarella

IMG_5832-001

Una ricetta piuttosto elegante per celebrare la primavera, ora nel suo grande trionfo. Godete dei colori e dei profumi di questo magnifico piatto!

Ingredienti per 4 persone

  • 12 asparagi
  • 4 gamberoni
  • 8 alici sott’olio
  • 1 piccola cipolla fresca
  • 350 gr spaghetti
  • 1 mozzarella di bufala da circa 400 gr

Preparate la crema di mozzarella nel mixer, aiutandovi con un poco del liquido di conservazione della mozzarella stessa. Lavorate bene finché avrete ottenuto una crema omogenea e tenete da parte. Preparate anche le acciughe, facendole fondere in un padellino insieme a 2 cucchiai di olio. Leggi tutto “Spaghetti con asparagi, gamberoni e crema di mozzarella”

Involtini di peperoni con ricotta, acciughe e pesto

IMG_3918-001

Facili e squisiti, si possono anche preparare in anticipo; sono un piatto versatile, adatto sia come antipasto che come contorno.

Ingredienti per 8 involtini

  • 2 peperoni
  • 1 cucchiaino olio evo
  • 2 cucchiaini aceto balsamico
  • 4 cucchiai ricotta
  • 8 filetti di alici sott’olio
  • 1-2 cucchiai pesto

Lavorate la ricotta a crema con una forchetta e mettete le alici a scolare su carta assorbente.

involtinipeperoniacciughericotta

Lavate i peperoni, eliminate i semi e tagliateli in 4 nel senso della lunghezza, poi adagiateli sulla placca del forno ricoperta di carta speciale e cuoceteli a 180°, ventilato, per i primi 30 minuti. Girateli, spennellateli con un’emulsione di olio e aceto, salate, pepate e cuocete ancora per un quarto d’ora abbassando il calore a 15o° e lasciateli raffreddare nel forno semiaperto.

Su ciascuna falda di peperone, dalla parte della pelle,  appoggiate la ricotta e l’acciuga, poi arrotolate e fissate l’involtino con uno stecco di legno.

Spargete sul fondo del piatto il pesto, sistemate gli involtini e servite.

involtinipeperoniacciughericotta-001

 

 

 

 

 

Terrina di riso nero con peperoni, acciughe e provola

IMG_2962-001

 

 

Un primo elegante, ma anche comodo da preparare, uno splendore di colori contrastanti e una girandola di sapori.

Ingredienti per 1 terrina (per 6 persone)

  • 500 gr riso venere
  • 4 peperoni
  • 1 vasetto di acciughe sott’olio
  • 250 gr provola affumicata
  • olio evo

 

Cuocete il riso in acqua bollente salata per circa 40 minuti. Scolatelo, conditelo con 2 cucchiai di olio e prelevatene la metà, trasferendola sul fondo di uno stampo da plum cake leggermente unto di olio. Nel frattempo, pulite i peperoni, tagliateli a falde e metteteli in forno, appoggiandoli su carta speciale, a 150° per un’ora. Poi estraeteli, spennellateli con poco olio evo, salateli e rimetteteli a cuocere, aumentando la temperatura a  180°, finché saranno ben dorati.

TERRINARISONERO

Su questo primo strato appoggiate i peperoni, poi le acciughe ben sgocciolate, la provola tagliata a fettine, e infine chiudete con il riso rimanente. Compattate bene con il dorso di un cucchiaio e poi passate la terrina in forno a 180° per circa 20-30 minuti, finché il riso sia caldo fin nel cuore; per evitare che la superficie possa seccarsi, coprite la terrina con un foglio di alluminio.

 

TERRINARISONERO-001

Attendete 5 minuti prima di sformare la terrina sul piatto da portata.

 

 

Roast beef con crema di olive nere e pomodorini secchi

DSC_0156 (1024x682)

Questa salsa è pensata per il roastbeef, ma potete gustarla anche su hamburgers, polpettoni e carni alla griglia in genere.

Ingredienti per 6 persone

  • 1 kg e 200 gr di manzo per roastbeef
  • 2 rametti rosmarino
  • 1 ciuffo di salvia
  • olio evo

Per la crema di olive e pomodori

  • 125 gr olive nere taggiasche snocciolate
  • 3 alici sott’olio
  • mezzo cucchiaio di capperi sotto sale, ben sciacquati e scolati
  • 1 folto mazzetto di prezzemolo, lavato e asciugato
  • la buccia di mezza arancia
  • 1 pezzettino di aglio
  • 1 cucchiaino di aneto
  • 70 gr pomodori secchi (meglio se trovate i pachino, che sono meno salati: se usate questi ultimi non c’è bisogno di farli bollire in acqua per dissalarli, altrimenti dovrete ripetere il procedimento della bollitura, per 1 minuto, un paio di volte, e poi scolarli molto molto bene)

Lasciate la carne fuori dal frigorifero per almeno 2 ore,  in modo che arrivi a temperatura ambiente. Intanto, preriscaldate il forno a 200°. Rosolate la carne a fuoco alto in un largo tegame in cui avrete scaldato 2 cucchiai di olio, girandola su tutti i lati per sigillarne bene i succhi all’interno, cospargetela con le erbe lavate e asciugate, salate e pepate e trasferite immediatamente in forno. La cottura del roast beef è di 35/40 minuti per chilo di carne, dunque cuocetelo per 50 minuti circa.

Nel frattempo, preparate la crema di olive: mettete nel mixer tutti gli ingredienti, insieme a circa mezzo bicchiere di olio e frullate fino a ottenere un composto omogeneo.

DSC_0380 (1024x683)

Estraete la carne dal forno, rivestitela con un foglio di alluminio e chiudetela bene, lasciandola riposare un quarto d’ora prima di affettarla: in questo modo, i succhi interni avranno la possibilità di redistribuirsi in modo equilibrato. Ora tagliate il roastbeef a fette sottili e mettetele su un piatto da portata, passando a parte la crema di olive e pomodori secchi. E’ ottimo sia caldo che freddo, accompagnato da semplici patate al vapore.

 

 

Mezze maniche al pesto di capperi e finocchietto

IMG_0397 (1024x768) Velocissima e profumata, questa pasta può essere consumata anche fredda, il giorno dopo.

Ingredienti per 4 persone

  • 350 gr mezze maniche
  • pecorino grattugiato
  • 200 gr capperi di pantelleria sotto sale
  • 5 acciughe sott’olio
  • 10 gr finocchietto selvatico
  • 5 olive nere
  • mezzo cucchiaino paprica dolce
  • la buccia di mezzo limone bio
  • 1  spicchio di aglio privato del germe interno
  • 200 ml olio evo
  • 25 datterini

Mettete i capperi in acqua fredda per almeno un’ora, sciacquandoli più volte affinché perdano il sale della salatura. Poi trasferiteli nel mixer con tutti gli altri ingredienti a parte il pecorino e i datterini, e frullate fino a ottenere un pesto cremoso. Con queste dosi otterrete un barattolo di pesto da 250 gr, che potrete conservare ben chiuso e in frigo.

Prima di cuocere la pasta, assaggiatelo per capire quanto sia salato: nel caso il pesto fosse molto saporito, salate meno l’acqua di cottura.

IMG_0391 (1024x768)

Lessate la pasta in abbondante acqua salata in ebollizione, scolatela e impiattatela in una ciotola in cui avrete preparato 6 cucchiai di pesto e i pomodorini a cubetti, conditela bene e spolverizzatela con il pecorino grattugiato.