Torta glassata di carote e mandorle

Questa ricetta è ispirata da una torta gustosa e un po’ casalinga che Nigella ha preparato durante una puntata di Masterchef Australia, il mio cooking show favorito. Ho sostituito le noci con le mandorle e ho fatto qualche correzione di tiro, ma la torta è comunque molto simile all’originale. Se volete un aspetto più rifinito, pareggiate la parte superiore una volta cotta la torta e usate un sac à poche per guarnirla con la glassa con maggiore accuratezza. Ma l’essenza della torta è rustica, e, secondo me, tale va mantenuta. 

Ingredienti per 4/6 persone 

Per la torta: 

  • ½ cucchiaino di bicarbonato  
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere
  • 2 cucchiaini di zenzero fresco grattugiato
  • ¼ cucchiaino di sale
  • 200 gr farina

  • 175 gr zucchero integrale 
  • 2 uova da allevamento biologico
  • 100 ml olio di arachide
  • 100 ml olio evo + extra per ungere
  • 250 gr carote grattugiate
  • 100 gr mandorle, tritate grossolanamente
  • 75 gr  zenzero candito, ridotto a cubetti

Per la glassa:

  • 100 gr burro, a temperatura ambiente
  • 100 gr zucchero al velo
  • 100 gr  formaggio spalmabile tipo Philadelphia

 

Sbucciate, lavate e grattugiate grossolanamente le carote. Mischiate farina, lievito, bicarbonato, zenzero e sale in una ciotola  e mettete da parte.

In un’altra ciotola grande battete zucchero, olio e uova, montando finché saranno cremosi (usate pure una frusta elettrica), poi aggiungete pian piano gli ingredienti secchi. Incorporate le carote, le mandorle,  lo zenzero candito e mescolate con cura.

Preriscaldate il forno a 170°C, ventilato,  e rivestite bordi e fondo di una teglia da 20 cm con carta da forno bagnata e strizzata.

Trasferite il composto nella teglia, pareggiate la superficie e cuocete in forno per 55 minuti. Poi estraete la torta e lasciatela raffreddare nella teglia.

Quando sarà completamente a temperatura ambiente, montate burro e zucchero al velo; incorporate metà del formaggio. Quando il composto sarà liscio e cremoso unite anche l’altra metà.

Sformate la torta, distribuite la glassa sulla superficie e decorate con qualche pezzetto di mandorla e zenzero candito.

 

Dolce o salato? Un curioso créme caramel di zucca

Quando si mangia questo flan si ha una sensazione particolare: insieme alla cremosità dello zucchero arriva prima il dolce dello zucchero, poi arriva il salato del parmigiano, lasciando i vostri sensi piacevolmente disorientati. Alla fine tutti i sapori si bilanciano in un risultato spettacolare che vi farà molto, molto felici.

Ingredienti per 4 persone

  • 300 gr zucca mantovana  o Hokkaido (polpa al netto di semi e buccia)
    170 ml panna fresca
    80 gr parmigiano grattugiato
    100 gr zucchero
    3 uova da allevamento biologico
    30 gr amido di mais
    12 foglie di salvia, lavate e asciugate

Mettete le foglie di salvia in un pentolino con la panna e mettete su fuoco dolce. Rimuovete dal fuoco appena prima del bollore, coprite e lasciate raffreddare a temperature ambiente.
Tagliate la zucca a cubetti regolari e cuocetela al vapore per 10 minuti, lasciate raffreddare e passatela al mixer per ridurla in crema.


Battete 2 uova intere e 2 tuorli in una ciotola finché saranno spumosi, e aggiungete il parmigiano e tutti gli altri ingredienti, compresa la panna aromatizzata (togliete le foglie di salvia).
Caramellate lo zucchero e ricoprite uno stampo; quando il caramello sarà indurito e freddo versate il composto e cuocetelo a bagnomaria in forno statico a 150° per un’ora.

Lasciate riposare in frigo prima di sformare sul piatto da portata.

Brownies della salute

Né latte, né uova, né grassi: se siete scettici come me quando si tratta di provare versioni light di miti consolidati sarete piacevolmente colpiti da questi brownies bassi in calorie, che usano la consistenza cremosa del puré di mele per aspirare a essere ottimi come quelli classici. E’ davvero una buona opzione per chi sta attento al peso. 

Ingredienti per 6

  • 800 gr mele Golden Delicious
  • 1/2 stecca cannella
  • il succo di mezzo limone
  • 40 gr cacao in polvere, amaro
  • 100 gr farina autolievitante
  • 1/2 tbsp bicarbonato di soda
  • 60 gr zucchero semolato o integrale
  • 100 gr cioccolato fondente al 70% tagliato a coltello
  • 70 gr noci tritate
  • 250 ml latte di cocco

Preparate il puréei mele: pelate le mele, tagliatele a quarti, eliminate i semi e mettetele in una pentola dal fondo pesante con il succo di limone, la cannella, una pizzico di sale e 2 cucchiai di acqua. Coprite e lasciate cuocere su fuoco dolce per circa 30 minuti, girando di tanto in tanto. Quando le mele saranno ridotte a una sorta di purée saranno pronte. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente, poi prelevatene 250 gr e trasferiteli in una ciotola.

Aggiungete la farina e il cacao passati al setaccio, lo zucchero, il bicarbonato, il cioccolato, le noci e il latte di cocco.

Mescolate bene fino a ottenere un composto abbastanza liquido: se il vostro purée di mele è particolarmente denso, aggiungete poca acqua o un po’ più di latte di cocco. Attenti a non lavorare troppo l’impasto, altrimenti i brownies diventeranno duri in cottura.

Rivestite una tortiera quadrata con la carta da forno e versatevi il composto. Cuocete in forno ventilato a 180° per circa 15-18 minuti, fino a quando cioè la superficie si sarà cotta ma l’interno sarà ancora morbido. Lasciate raffreddare, poi tagliate i brownies nella loro solita forma quadrata e servite.

 

Gratin di fichi supercroccante

Che c’è di meglio che dolcissimi fichi immersi in un mare di ricotta cremosa e sorprendentemente croccante? Sia che lo prepariate il giorno prima e lo teniate in frigo, sia che lo consumiate tiepido questo dessert diventerà parte delle vostre ricette del cuore. 

Ingredienti per 8 persone

  • 500 gr ricotta freschissima
  • 800 gr fichi maturi ma sodi
  • 200 gr zucchero
  • 40 gr zucchero di canna
  • 4 uova bio
  • 6 amaretti di Saronno
  • 50 gr burro

Lavorate la ricotta con una forchetta insieme allo zucchero e ai tuorli.

Montate a neve le chiare e unitele al composto.

Ungete una tortiera di servizio, cospargete con poco pangrattato scuotendo via l’eccesso e trasferitevi la base di ricotta.

Lavate i fichi e, senza sbucciarli, tagliateli a quarti. Tuffateli nella crema di ricotta disponendoli a raggiera e lasciandone metà fuori. Cospargete con il burro a pezzetti e lo zucchero di canna e infornate a 190°.

Dopo 15 minuti aggiungete gli amaretti pestati al mortaio e cuocete ancora per 30 minuti. Se la superficie dovesse annerirsi troppo, coprite con un foglio di alluminio.

Millefoglie di melanzane, cioccolato e cocco

Un dessert inusuale con un tocco festoso di Sicilia nella combinazione di cioccolato e melanzane (sapevate che una volta nella caponata si metteva anche il cacao?) 

Ingredienti per 4 persone

  • 2 melanzane nere tonde
  • 1 cucchiaio cocco fresco affettato sottile o grattugiato
  • 150 gr cioccolato al 70% aromatizzato al peperoncino
  • 150 gr panna fresca da montare
  • 1 lattina latte di cocco
  • 125 ml latte fresco
  • 25 gr farina di riso
  • 25 gr farina di mandorle
  • 2 cucchiai di zucchero
  • olio di semi di arachide

Lavate, asciugate e affettate sottilmente le melanzane e friggetele in olio bollente, passandole subito su carta assorbente.

Versate in un pentolino il latte e il latte di cocco, mescolate bene e aggiungete lo zucchero e le farine. Cuocete su fuoco dolce finché la crema si sarà addensata,  e copritela subito con la pellicola a contatto. Lasciatela raffreddare.

In un altro pentolino versate la panna, portatela a bollore e unite la cioccolata tritata a coltello, mescolando fino ad avere una perfetta ganache liscia e lucente.

Componete il dolce direttamente sul piatto da portata: sistemate qualche fetta di melanzana, cospargete con la crema, continuate con un altro strato e ancora fino a esaurire gli ingredienti. Fate colare la ganache tiepida, cospargete con il cocco e servite subito.